Torneo Internazionale di para ice hockey, Italia batte Giappone nell'ultima partita della prima fase

Si è conclusa oggi pomeriggio la prima fase del Torneo Internazionale di para ice hockey, iniziato lunedì e in programma fino a sabato al PalaTazzoli di Torino. Al termine del girone con formula “tutti contro tutti” la classifica vede gli Stati Uniti in testa a punteggio pieno, seguiti dall’Italia a quota 6 punti, dalla Norvegia (3) e dal Giappone, sconfitto in tutte le partite finora giocate. Definita quindi la griglia delle semifinali, che venerdì metterà di fronte Italia e Norvegia (ore 10) e Stati Uniti e Giappone (ore 15). Domani sarà giornata di pausa e sulla pista del PalaTazzoli le nazionali svolgeranno allenamenti separati (eccezion fatta per gli Stati Uniti che riposeranno). Sabato si giocheranno invece le finali.

Ad aprire la terza giornata del torneo è stata la sfida tra Italia e Giappone, conclusa con il risultato di 3-1 in favore degli azzurri (parziali 0-0 2-1 1-0). I ragazzi guidati da coach Massimo Da Rin hanno confermato il pronostico, attaccando di più e costruendo più occasioni da rete. Gli asiatici si sono difesi con ordine nella prima parte dell’incontro e poi con qualche affanno, ma per tutto il primo tempo sono riusciti a mantenere inviolata la propria porta. Hanno approcciato con decisione la seconda frazione, colpendo una traversa nelle primissime azioni e passando poi in vantaggio con Daisuke Uehara dopo tre minuti e mezzo. Il gol ha “svegliato” gli azzurri, che in trenta secondi a cavallo del 21′ hanno trovato pareggio e sorpasso con Sandro Kalegaris e Christoph Depaoli.

L’Italia ha quindi mantenuto l’iniziativa per il resto del match senza correre pericoli, salvo un tiro ben parato da Santino Stillitano a metà del terzo parziale, seguito immediatamente dal 3-1 di Nils Larch. MVP giapponese dell’incontro l’autore dell’unico gol nipponico Uehara; MVP azzurro Christoph Depaoli, premiato dal Vice Presidente della Juventus FC Pavel Nedved. Il campione ceco ha inoltre consegnato una maglietta della Juve a entrambe le squadre, rimanendo poi con i giocatori per qualche foto.

Nel pomeriggio Stati Uniti e Norvegia sono scese in pista per l’ultima partita della prima fase, vinta dalla nazionale a stelle e strisce con un eloquente 8-0 (parziali 4-0 4-0 0-0). Marcatori americani Brody Roybal (4), Nikko Landeros (2), Declan Farmer e Kevin Mckee.

Di seguito il commento del CT azzurro Massimo Da Rin a proposito della partita Italia-Giappone e del Torneo Internazionale di para ice hockey.

“Il Torneo Internazionale di Torino è un test importante in vista delle Paralimpiadi perché ci permette di confrontarci con alcune nazionali forti e quindi di misurare il nostro e il loro valore. Inoltre giocare diversi incontri in pochi giorni è un ottimo allenamento per le manifestazioni più importanti, dove c’è poco tempo per recuperare tra un match e l’altro. Oggi, alla terza partita in tre giorni, qualcuno ha accusato un po’ di stanchezza mentre altri hanno disputato una prestazione in crescendo rispetto alle sfide contro Stati Uniti e Norvegia. Per quanto riguarda i primi abbiamo ancora un mese e mezzo per migliorare la condizione atletica; in generale, nelle prossime settimane prima dei Giochi, lavoreremo per affinare i meccanismi in campo. Sono soddisfatto per la prova odierna perché abbiamo vinto contro un avversario che ha dato tutto per cercare la prima vittoria nel torneo. In alcune situazioni ci è mancata un po’ di lucidità in fase di conclusione e abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo. Bene la difesa e il portiere, mentre in fase offensiva siamo stati più bravi ieri contro la Norvegia, dove abbiamo costruito tanto e concretizzato bene. Sono contento per il rendimento della squadra; il roster è ormai completo e profondo – un aspetto fondamentale nelle competizioni più lunghe come le Paralimpiadi – e sempre più rodato. I ragazzi entrati in nazionale nelle ultime stagioni sono cresciuti e si sono integrati bene nel gruppo storico. Adesso abbiamo ancora due partite per proseguire la nostra preparazione in vista delle Paralimpiadi. Venerdì affronteremo la Norvegia e sarà sicuramente un’altra bella partita”.