Sportdipiù e una nuova stagione sulla neve

Lo sci rappresenta la storia di Sportdipiù. Fu la prima disciplina praticata all’interno della società, che nel 2000, anno in cui venne fondata, aveva per l’appunto il nome di “Scidipiù”; quella sulla neve era infatti l’unica attività proposta, guidata da Fabrizio Benintendi, maestro di sci e Presidente. Ma già nell’estate del 2001 Pietro Mazzei, sciatore e giocatore di basket e tennis in carrozzina, propose di inserire nell’Associazione la disciplina con la racchetta. Nacque così Sportdipiù e Margherita Vigliano fu la prima maestra di tennis.

A partire dall’inverno a cavallo tra 2000 e 2001 la storia si è ripetuta uguale tutti gli anni; con le prime nevicate ripartono sempre puntuali le attività sulla neve: sci alpino, sci di fondo e snowboard. Quest’anno il bel tempo e il caldo ne hanno ritardato l’inizio, ma da sabato 9 gennaio le piste di Sestriere saranno pronte ad accogliere gli atleti di Sportdipiù, esordienti o già “navigati”.

Coloro che frequentano i corsi con una certa frequenza sono almeno una ventina; alcuni con disabilità motoria, altri non vedenti o con disabilità intellettiva. Alcuni di buon livello e quasi agonisti, altri semplici amatori. “L’obiettivo principale dei nostri corsi è permettere alla gente di divertirsi e di provare un’esperienza fantastica” spiega Giuseppe Antonucci, “io stesso, prima di provare, non pensavo che per una persona in carrozzina fosse possibile sciare; mi sono dovuto ricredere”.

Le lezioni sono tenute da Fabrizio Benintendi e dai maestri della Scuola Sci di Sestriere guidati da Luca Avondetto, che segue gli atleti di livello tecnico più elevato. Sono sempre gratuite al sabato e con possibilità di essere prenotate anche nei giorni della settimana. Numerosi allievi delle scuole piemontesi proveranno lo sci e lo snowboard; un appuntamento con i ragazzi di un istituto è già fissato per la prossima settimana.

Di assoluta importanza il ruolo coperto dai volontari accompagnatori, di comprovata esperienza in tema di sci e neve, indispensabili per lo svolgimento delle attività. Per quanto riguarda i volontari accompagnatori, quest’anno Sportdipiù ha registrato un buon numero di iscrizioni e quattro di loro “esordiranno” sabato. Nei prossimi giorni verranno anche fissate le date della formazione pratica e degli esami per coloro che hanno sostenuto il corso, tenuto qualche settimana fa presso il Circolo Canottieri Caprera.