L'Inaugurazione dell'attività di sci d’erba a Torino

Un’iniziativa unica al mondo e “made in Turin” e un importante messaggio di integrazione e sport per tutti; è con queste premesse che sabato 14 maggio è stata inaugurata al Parco del Nobile di Torino l’attività di sci d’erba, aperta alle persone disabili e ai normodotati. L’avviamento dell’attività e l’organizzazione delle attrezzature sono a cura del Rotary – distretto 2031 del Piemonte (con particolare coinvolgimento del Rotary Susa e Valsusa) e di Soroptimist International d’Italia Club Torino, mentre la sua gestione verrà coordinata dall’Associazione Sportiva Sportdipiù.

All’inaugurazione sono intervenuti Enzo Lavolta, Assessore all’Innovazione e all’Ambiente della Città di Torino, Rossella Taverna, Responsabile del gruppo 6 del Rotary – distretto 2031, Marco Martina, Coordinatore del progetto per conto del Rotary – distretto 2031, Patrizia Goffi, Presidente Soroptimist International d’Italia Club Torino, Fabrizio Benintendi, Presidente Sportdipiù, Pietro Marocco, Presidente FISI Comitato Alpi Occidentali, Paolo Delli Paoli, Responsabile FISI AOC per lo sci d’erba, Armando Calvetti, Responsabile squadra nazionale di sci d’erba, Mario Picco, Presidente Comitato Provinciale dello CSEN, e il Consigliere Comunale Federica Scanderebech.

Il progetto – un po’ di storia
Nessuno al mondo ha mai promosso un’attività sportiva di sci d’erba dedicata a persone disabili. E probabilmente non tutti sanno che questa disciplina sportiva può essere praticata indifferentemente da atleti normodotati e disabili. Tutto ebbe inizio nel luglio del 2011, quando grazie al Rotary Susa e Valsusa nacque a Sansicario il Centro Regionale Sci d’Erba, realtà consolidata sul territorio. L’idea di sviluppare questa disciplina sportiva per il mondo disabile fu una conseguenza immediata. Grazie a un lungo periodo di studio e alla sinergia tra lo stesso Rotary e Luigi Grill, atleta tesserato per Spordipiù, sono state messe a punto le attrezzature, brevettate l’anno scorso.

Lo di sci d’erba a Torino
Il campo è situato, come detto, all’interno del Parco del Nobile, il cui prato è stato curato per poter accogliere l’attività e attrezzato con un impianto di risalita. Lo sci d’erba presenta diverse analogie con lo sci alpino ma può essere tranquillamente praticato anche da chi non si è mai cimentato sulla neve. L’area del Parco del Nobile è dotata di parcheggio, servizi igienici e deposito per le attrezzature. L’attività si potrà praticare previa prenotazione ai contatti indicati di seguito. Il costo sarà di 10 euro per l’intera giornata. Il coinvolgimento del SUISM permetterà in un futuro prossimo la formazione di nuovi istruttori che, in seguito al corso e al superamento di un esame, riceveranno la qualifica per l’insegnamento della disciplina e per l’accompagnamento delle persone disabili.

Quella dello sci d’erba è un’attività a basso costo, ecologica e a chilometro zero, svolgendosi sulla collina di Torino su terreni del Comune situati a breve distanza dal centro della città (con i mezzi pubblici è raggiunta dall’autobus linea 53). Anche per questo motivo verrà proposta all’interno della scuola dell’obbligo, con possibilità per le classi di prenotare uscite guidate al mattino.

Lo sci d’erba è un’attività adatta a tutti, che a qualunque età permette a persone normodotate e disabili di praticare sport e divertirsi insieme e senza barriere.

Per informazioni e prenotazioni contattare la segreteria di Sportdipiù:

segreteria@sportdipiu.it - 011 19782279

Per informazioni sulla disciplina visita anche http://www.skiderba.it/