Denise Boldi e un'estate di tennis

Il caldo afoso non ferma i tennisti di Sportdipiù, che sui campi della Sisport giocano praticamente ogni giorno anche in queste settimane estive. Tra loro c’è Denise Boldi, torinese, 45 anni e da sei giocatrice di tennis in carrozzina, dopo averlo praticato per molti anni “in piedi” a livello amatoriale. Anche adesso gioca per divertimento, per stare in compagnia e per rimanere in forma, ma questo non le ha impedito di diventare una delle migliori in campo nazionale. Occupa attualmente la quinta posizione della classifica ma è stata anche numero 3. E a livello internazionale, in mezzo a tante professioniste, Denise è nelle prime cento del mondo, intorno all’80esima piazza.

“Ho provato il tennis in carrozzina per la prima volta nel 2010” racconta, “ma non pensavo di riuscire a giocare, soprattutto per i due interventi alla spalla. Mi sembrava impossibile ma mi sbagliavo, e a poco a poco ho imparato”. “Dal punto di vista sportivo e non solo mi è sembrata una rinascita” aggiunge con il suo sorriso aperto e solare, “adesso, rispetto a quando praticavo tennis e sci ‘in piedi’ non mi sembra cambiato quasi nulla”.

Fermata in primavera da un infortunio al gomito, Denise è tornata sui campi per allenarsi in vista dei prossimi tornei: i Campionati Italiani, in programma la prossima settimana al Monviso Sporting Club di Grugliasco, e il Trofeo della Mole, in calendario nei primi giorni di agosto al Circolo della Stampa Sporting. Una manifestazione internazionale, nella quale Denise ha esordito nel 2013 e che da allora non ha mai saltato.

“Una volta ho anche superato il primo turno” afferma con una battuta, “lì il livello è sicuramente molto elevato e arrivano a Torino alcuni tra i migliori tennisti al mondo, molti dei quali professionisti. È bello confrontarsi con loro sul campo, al di là del risultato, e guardare le loro partite; è incredibile la rapidità con cui si muovono in carrozzina e la disinvoltura con cui tirano i colpi. E poi, naturalmente, si crea con tutti un bel rapporto di amicizia”.

Prima del Trofeo della Mole Denise sarà però impegnata – in singolare e in doppio – ai Campionati Italiani. L’obiettivo è riprendere un po’ il “ritmo partita” dopo lo stop che le ha consentito di disputare un solo torneo internazionale, a Brescia, dove peraltro ha battuto al primo turno un’avversaria con classifica migliore.

Nella passata stagione, di tornei internazionali ne ha giocati ben sette; in carriera, tanti altri. “I match più belli sono stati probabilmente quelli contro le top 10 del ranking mondiale” assicura, “non si ha nulla da perdere e si gioca con tranquillità; può capitare di non vincere neppure un game, ma il divertimento è ugualmente assicurato”.